Navigation Menu

i luoghi di Padre Pio

Pietrelcina, “l’Assisi del meridione”, è conosciuta in tutto il mondo per aver dato i natali, il 25 maggio 1887 a Francesco Forgione, il Santo stigmatizzato noto come Padre Pio da Pietrelcina.
Nato in una modesta famiglia di agricoltori, visse la sua infanzia nei vicoli del Rione Castiello, in un’abitazione formata da varie stanze in Vico Storto Valle, nel suggestivo borgo antico del paese. Nella piccola chiesa di S. Anna, oggi meta di pellegrinaggio, fu battezzato il giorno dopo la nascita.
L’infanzia e la prima giovinezza la trascorse nel piccolo borgo di Pietrelcina tra l’affetto materno di mamma Peppa (Giuseppa De Nunzio) e del padre Grazio Forgione.
Sin dalla tenera età ebbe visioni celestiali; pur essendo un ragazzo come tutti gli altri, allegro e spensierato, amava pregare e stare in contemplazione con il pensiero rivolto a Gesù Crocifisso.
Manifestò ben presto la volontà di farsi frate ed all’età di 15 anni, nel 1903, entrò in noviziato dei padri Cappuccini nel Convento di Morcone, suggestivo paese a pochi chilometri da Benevento.
E’ una tappa fondamentale, per chi vuol rivivere i luoghi di Padre Pio, visitare questa cittadina per la bellezza del suo centro storico e delle sue chiese.
Al visitatore, il centro storico si presenta con una serie di viuzze in pietra calcarea, percorse da scale e slarghi che ricordano, da lontano, un presepe. Meritano una visita la chiesa di San Bernardino, databile al XVI secolo, e la chiesa della Madonna della Pace del XII secolo.
Il convento dei frati Cappuccini, costruito nel 1603, è stato da sempre centro di noviziato; nella quiete del convento, Padre Pio studiò e pregò, preparandosi a vestire l’abito del novizio, abitando prima la cella numero 18 e successivamente quella col numero 28 dell’antico convento.
Il 28 gennaio 1904 vestì il saio dei cappuccini assumendo il nome di fra’ Pio da Pietrelcina.
Completati gli studi in diversi conventi, il 10 agosto 1910, nella cappella dei canonici del duomo di Benevento, fu consacrato sacerdote nelle mani di monsignor Paolo Schinosi, arcivescovo di Marcianopoli. Da questo momento iniziò il suo instancabile apostolato per il bene dell’umanità facendosi conoscere ed amare in tutto il mondo come Padre Pio da Pietrelcina.
Durante questo periodo, per motivi di salute, il padre superiore autorizzò il giovane sacerdote a vivere presso la famiglia, al fine di ritemprarsi nella quiete e nella serenità, nel piccolo centro sannita di Pietrelcina.
La famiglia Forgione, in località Piana Romana, possedeva un appezzamento di terreno con annessa masseria, tuttora esistente, ristrutturata ed arredata con le povere masserizie dell’epoca. La visita alla casa di piana Romana, è l’occasione per far rivivere al turista/pellegrino, l’ambiente e l’atmosfera dei luoghi in cui visse il Santo di Pietrelcina.
E’ qui che avvenne per la prima volta, il 7 settembre 1910, sotto l’olmo, oggi meta di visitatori, il segno della passione di Cristo sul corpo di Padre Pio. E’ lui stesso che, in una lettera datata 8 settembre 1911, indirizzata a Padre Agostino di San Marco in Lamis, scrive: “Ieri sera mi è successo una cosa che io non posso né spiegare né comprendere. In mezzo alla palma delle mani mi è apparso un po’ di rosso. Questo dolore era più sensibile in mezzo alla mano sinistra, tanto che dura ancora. Anche sotto i piedi avverto un po’ di dolore. Questo fenomeno è quasi da un anno che si va ripetendo…”.
Fu tale il disagio che il giovane frate dove’ subire, da chiedere al Signore di rendere ”invisibili” le stimmate, ma non i dolori e le sofferenze, che tali rimasero fino al 20 settembre 1918.
In una lettera indirizzata alla nipote Pia, il Santo di Pietrelcina, ricordando l’evento miracoloso, scriverà: “Vai a Pietrelcina e riordina tutto, perché c’è stato Gesù e tutto è avvenuto là”.
Oggi, in località Piana Romana, vi è una chiesetta ove è conservato l’olmo sotto il quale Padre Pio ricevette le stigmate e ove era solito pregare nelle afose giornate estive. E’stata di recente costruita una chiesa di più ampie dimensioni per accogliere gli innumerevoli pellegrini in visita ai luoghi sacri.
Padre Pio, inviato successivamente nel Convento di San Giovanni Rotondo, visse ininterrottamente per 52 anni la sua esistenza, svolgendo incessantemente il suo apostolato per la salvezza delle anime.
La mattina del 20 settembre 1918 mentre era in preghiera dinanzi al Crocifisso ricevette le stigmate alle mani, ai piedi ed al costato, che rimasero fresche e sanguinanti durante tutta la sua esistenza terrena, scomparendo misteriosamente dal suo corpo il giorno della morte, avvenuta il 26 settembre 1968.
Il culto e la devozione per Padre Pio da Pietrelcina, già rilevanti quando era in vita e poi successivamente alla sua morte, si sono accresciuti in seguito alla beatificazione, in occasione del Grande Giubileo del 2000, per opera del Santo Padre Giovanni Paolo II che lo elevò, poi, agli onori degli altari, proclamandolo Santo, il 16 giugno 2002.

 

EN

Saint Pio from Pietrelcina was already important when he was Padre Pio. The worship and devotion to him increased when he was beatified on the Great Jubilee in 2000. Floods of devotees come here from every corner of the Earth.
On 6 January 1903, when he was only 16 and started following his vocation, Francesco Forgione entered the monastery of the Cappuccini at Morcone as a novice. On 10 August 1910 he renounced his secular name and assumed the name of Pio. He was ordained in the Cathedral in Benevento. On 7 September 1910 he got the “invisible” stigmata under the famous elm-tree at Piana Romana (Pietrelcina). SS. the Pope John Paul II made him saint on 16th June 2002.

 

FR

Saint Pio de Pietrelcina était déjà importante quand il était Padre Pio . Le culte et la dévotion à lui augmenté quand il a été béatifié le Grand Jubilé en 2000. Les inondations de dévots viennent ici de tous les coins de la Terre .

Le 6 Janvier 1903, quand il avait seulement 16 ans et a commencé à suivre sa vocation , Francesco Forgione entra au monastère des Capucins à Morcone comme un novice. Le 10 Août 1910, il a renoncé à son nom laïque et prit le nom de Pio . Il a été ordonné dans la cathédrale de Bénévent . Le 7 Septembre 1910, il a obtenu les stigmates “invisible” sous le célèbre orme à Piana Romana ( Pietrelcina ) . SS . le Pape Jean-Paul II le fit saint le 16 Juin ., 2002